Atteone: da Ovidio a Giordano Bruno

“Il gran cacciator di Ovidio divenne caccia”

Le “Metamorfosi” di Ovidio e il “De gl’ Heroici furori” di Giordano Bruno. Un rapporto che attraversa i secoli, fra libri e miti. Ce ne parla Guido del Giudice sul mensile di bibliofilia e storia delle idee “La Biblioteca di via Senato”.Il poema ovidiano costituisce una fonte primaria anche per Giordano Bruno, che vi ritrova la sua concezione della materia animata, e la conseguente fede nella metempsicosi. Talmente ampie e precise sono le corrispondenze, seconde per quantità soltanto a quelle col De rerum natura di Lucrezio, da suggerire che il poema facesse parte dell’immenso patrimonio mnemonico del filosofo.
Scarica qui l’articolo.

Convegno “Giordano Bruno pellegrino d’Europa alla ricerca della nuova era”

Nuove rivelazioni di Guido del Giudice sull’arresto e sul processo del Nolano

In occasione del 418° anniversario del rogo di Giordano Bruno, nella cornice del Palazzo Reale di Napoli, il noto studioso Guido del Giudice ha presentato, con un video e un articolo pubblicato sulla rivista “Biblioteca di Via Senato”, i risultati delle sue ultime ricerche sulle vicende dell’arresto e del processo del Nolano.
L’indagine condotta su alcuni personaggi finora rimasti nell’ombra, ma che ebbero un peso notevole, se non determinante, nel destino del filosofo, gli ha permesso di ricostruire il complotto ordito dall’Inquisizione cattolica per mettere le mani sull’eretico.
La minuziosa e circostanziata ricostruzione di fatti e personaggi si integra perfettamente con altre ricerche condotte anche in ambienti accademici, notoriamente restii a battere sentieri innovativi. Del Giudice ha illustrato i risultati dei suoi studi, invitando in particolare i giovani a non fermarsi all’ipse dixit di chicchessia ma, come Bruno ci ha insegnato, a perseguire sempre, con entusiasmo e ostinazione, la verità.

Convegno con Guido Del Giudice “Giordano Bruno, tra magia e scienza”

Giordano Bruno, mago o scienziato?

A una settimana dalla commemorazione del rogo di Giordano Bruno, al Liceo Cirillo di Aversa, si è svolto un interessante dibattito dal titolo “Giordano Bruno, tra magia e scienza” che ha visto come relatore il Dott. Guido Del Giudice.
Moderatore ed organizzatore dell’evento l’ingegnere Fulvio Romano, vicepresidente del Consiglio di Istituto, che nell’introdurre il Dott. Del Giudice ha ribadito che tale seminario rientra in una serie di eventi nell’ambito della filosofia, scienza e “libero pensiero”, volti a stimolare non solo le menti ma anche lo spirito delle nuove generazioni verso l’elaborazione di un pensiero “autentico” e non “formattato” dal consumismo attuale.
Durante il seminario Del Giudice, profondo conoscitore della vita e delle opere di Giordano Bruno, ha esposto in una atmosfera “magica” tratti del pensiero bruniano, che hanno rivelato agli uditori non soltanto un profondo filosofo, ma anche un ispirato scienziato che rivoluzionò il pensiero di allora, forse ignaro di quanto avrebbe inciso su quello di oggi.

Intervento di Guido del Giudice al convegno “Giordano Bruno, Napoli e l’Europa”

Giordano Bruno messaggero del Rinascimento napoletano nell’Europa del Cinquecento


“Giordano Bruno, Napoli e l’Europa” è il titolo del convegno svoltosi nella suggestiva cornice della chiesa di Sant’Aniello a Caponapoli, recentemente restaurata. In occasione del 419° anniversario del rogo di Campo de’ fiori, il prof. Guido del Giudice ha affascinato il folto e attento uditorio analizzando l’influenza dell’ambiente culturale napoletano sulla formazione del filosofo di Nola.
Spaziando dagli studi nel convento di San Domenico Maggiore alle accademie segrete di Girolamo Ruscelli e Giovan Battista Della Porta. Del Giudice ha evidenziato come gran parte dei fermenti culturali che Bruno diffonderà nel corso della sua “peregrinatio” europea, traessero origine dal fertile humus del Rinascimento Napoletano.